Sciliar

La caratteristica sagoma dello Sciliar (2.563 m s.l.m.) nelle Dolomiti altoatesine è l’emblema dell’Alto Adige.

Non solo l’altezza ma anche l’insolita sagoma rendono lo Sciliar un noto emblema dell’Alto Adige. Con le sue due cime, la Punta Santner a 2.413 m s.l.m. e la Punta Euringer a 2.394 m s.l.m., il massiccio vanta un profilo del tutto particolare, che salta subito all’occhio. Le pareti rocciose dello Sciliar si ergevano sopra il livello di scorrimento dei ghiacciai anche durante il periodo di glaciazione. È per questo che in queste zone elevate alcune piante endemiche poterono sopravvivere al periodo glaciale. Tra di esse la campanula di Moretti ed il bellissimo raponzolo chiomoso delle Dolomiti.

Nel 1974 l’intera area attorno allo Sciliar venne dichiarato parco naturale, al quale nel 2003 si aggiunse anche l’area del Catinaccio. La geologia, flora e fauna del Parco Naturale Sciliar-Catinaccio, il più antico parco naturale dell’Alto Adige, hanno un’importanza speciale. Numerosi sono i sentieri e gli itinerari che oggigiorno portano attraverso questa zona protetta. Lasciatevi incantare dal mitico Sciliar!

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere

Alloggi consigliati

Suggerimenti ed ulteriori informazioni